Calendario

Ott
10
Lun
Webinar – Geremia, il tormento della profezia @ On Line
Ott 10@9:00 pm–10:00 pm
Webinar - Geremia, il tormento della profezia @ On Line

Geremia ha poco più di vent’anni quando riceve la chiamata dal Signore: è conosciuto da Dio. Cercato ed amato. Prima ancora della sua nascita. Dio ci conosce da sempre.

In diretta Lunedì 10 Ottobre 2022 dalle ore 21:00

Riprendiamo il nostro cammino di conoscenza dei profeti e della profezia. È il profeta più passionale (se la gioca con Elia) e più intenso, tormentato, lamentoso. Per lui seguire Dio ha significato ribaltare la sua vita, diventare bersaglio e oggetto di scherno. Ma lo fa. Geremia ha poco più di vent’anni quando riceve la chiamata dal Signore: è conosciuto da Dio. Cercato ed amato. Prima ancora della sua nascita. Dio ci conosce da sempre. Non siamo frutto del caso, non siamo solo il risultato di una notte d’amore, siamo molto di più. Dio ci porta nel cuore da sempre, ha un progetto su di noi, che adatta e modifica quando lo rifiutiamo, quando ci allontaniamo.  Lasciando intatta la nostra libertà, Dio propone e interviene, incoraggia e costruisce. Agli occhi di Dio Geremia è un profeta. È troppo giovane, non sa parlare, è timido e impacciato. Sì, esatto. Ma non importa. Deve solo aprire la sua mente e la sua anima all’azione di Dio. Non importa chi siamo. Né pesano i nostri limiti. Importa ciò che Dio pensa di noi. È zelante, Geremia e le prime parole che proferisce in pubblico sono colme di speranza e di consolazione. L’amore che Dio ha per il suo popolo non è finito

Ott
24
Lun
Webinar – Concittadini dei santi @ On Line
Ott 24@9:00 pm–10:00 pm
Webinar - Concittadini dei santi @ On Line

Iniziamo con oggi una nuova sezione del nostro percorso di conoscenza di approfondimento della fede cattolica meditando sul concetto di santità. E durante i prossimi incontri impareremo a conoscere questi uomini e queste donne che ci sono proposti come modello da seguire.

In diretta Lunedì 24 Ottobre 2022 dalle ore 21:00

Chi sono i santi? Perché la Chiesa ha sentito l’esigenza lungo la storia di proclamare Santi alcuni fratelli sorelle nella fede? E alla fine in che cosa consiste veramente la santità? E perché si è sentita l’esigenza di elaborare un protocollo (causa di canonizzazione)  attualmente piuttosto incomprensibile per poter elevare all’onore degli altari questi nostri fratelli?  Iniziamo con oggi una nuova sezione del nostro percorso di conoscenza di approfondimento della fede cattolica meditando sul concetto di santità. E durante i prossimi incontri impareremo a conoscere questi uomini e queste donne che ci sono proposti come modello da seguire. Troppe volte rappresentiamo i santi come esseri perfetti, mortificati, che compiono strani miracoli e, di fatto, sono quasi sempre consacrati e religiosi escludendo la quasi totalità del popolo cristiano dall’idea di poter diventare santi. Non c’è che una sola tristezza quella di non essere santi affermava nel secolo scorso uno scrittore francese. Ed è così: la santità è la piena realizzazione di ciò che siamo, è la pienezza del me felice, come mi vede Dio. Perciò San Paolo nelle sue lettere non esita a chiamare i discepoli Santi. Un corso che supera i nostri pregiudizi per andare alle radici della verità cristiana: siate santi perché io, il Signore vostro Dio, sono Santo (Lv 16,2).