2003

Omelie dell’anno 2003

15Apr 2005

La domanda è piccante: è possibile parlare di amore senza essersi mai innamorati? Credo ci siano due modi per affrontare, ad esempio, un tema di questo genere: uno che direi `accademico`, che analizza i sentimenti, liscruta, li vaglia, li cita. L’altro, tout-court, di chi ne ha fatto l’esperienza. E’ difficile, nell’ambito del profondo e dell’autentico, […]

15Apr 2005

Rieccoci alla Quaresima. Deposte le maschere (quelle del Carnevale e tutte le altre che indossiamo ogni giorno), ci viene proposto un tempo `forte`, intenso, per verificare l’orientamento, per aggiustare la rotta, per riscoprire, come dicevamo la scorsa settimana, il volto di Gesù sposo dell’umanità. Il tempo di deserto in preparazione alla Pasqua nasce da una […]

15Apr 2005

Osea e il Vangelo oggi ci parlano dell’esperienza di fede come di un rapporto nuziale, della storia tra Dio e Israele, tra Dio e l’umanità come di un innamoramento (difficile). Mi piace quest’idea, questo modo di vedere le cose, anche se di questi tempi (Muccino docet!) proporre un matrimonio come luogo della felicità rischia di […]

15Apr 2005

Un altro peccatore pubblico, quello di oggi, un altro che – come il lebbroso di domenica scorsa – non suscita commozione nella folla ma, al limite, commiserazione: chissà che peccato avevano commesso i suoi genitori per dare alla luce una persona così! Ma, grazie al cielo, un gruppo di amici non si scoraggia e – […]

15Apr 2005

Gesù e il lebbroso si trovano di fronte; un incontro drammatico, specialmente per ciò che il lebbroso rappresentava nell’immaginario collettivo di Israele. La lebbra era sì una terribile malattia della povertà, era invalidante, recideva dalla comunità, creava una separazione insanabile ma era soprattutto il segno del peccato. Un crudele quanto efficace ragionamento (allora!meno male che […]

15Apr 2005

Stamani mi sono consolato leggendo la giornata tipo di Gesù così come ce la racconta Marco. Leggete bene, per favore, guardate alla quantità impressionante di attività del Nazareno: annuncio del vangelo, ascolto delle persone, guarigioni, il simpatico quadretto della guarigione della suocera di Pietro. Ma il cuore della Parola di oggi è in quell’annotazione finale; […]

15Apr 2005

PresentazionePRIMA LETTURA        Ml 3,1-4SECONDA LETTURA  Eb 2,14-18VANGELO                  Lc 2,22-40Quest’anno il calendario civile incrocia il calendario liturgico e pone di domenica una festa del Signore poco conosciuta: la Presentazione al Tempio; in questo giorno, nei tempi antichi, si benedicevano le candele per tutto l’anno, a significare quella luce delle nazioni che profetizza il vecchio Simeone: la […]

15Apr 2005

Sveglia, come ogni mattina e ogni sera accendo il televisore e faccio `zapping` saltando da un notiziario all’altro: solita litania di tragedie, inquietudini economiche, tamburi di guerra; in macchina stessa solfa: opinioni, inchiesta sulla malasanità e amenità del genere; in ufficio colpo di grazia: collaboratori di pessimo umore, un amico comune che vengo a sapere […]

15Apr 2005

Ripreso il solito `tran-tran`, iniziamo il tempo ordinario sentendoci `bene-amati` da Dio Padre che dice a ciascuno di noi`sono contento di te` e questa sua assenza di giudizio, questo suo non porre condizioni per amarci (cosa piuttosto inusuale tra noi uomini!) ci cambia dentro, ci spinge a convertirci. Oggi Giovanni ci racconta della sua vocazione, […]

15Apr 2005

"Tu sei il mio figlio bene-amato, in te mi sono compiaciuto" così Marco scrive della teofania che rivela la missione e la vera identità di Gesù. Il salto logico – dall’epifania al Battesimo – ignorando perciò i trent’anni di Nazareth, è solo teorico: oggi Cristo nasce in noi attraverso il segno del battesimo, segno che […]